Cerca
  • ManuOrli

Casatiello Pasquale





PRESENTAZIONE:

Il castello è un piatto tipico Napoletano che solitamente si prepara a pasqua. Diciamo che è una sorta di pane ricchissimo di affettati e formaggi, nasce come ricetta povera popolare, infatti dentro come farcitura potete mettere quello che vi avanza in frigo. Il piatto è molto goloso, io personalmente lo amo da impazzire, e a Pasqua non può mancare nella nostra tavola, lo usiamo al posto del pane. La ricette è molto più semplice di quel che sembra, i passaggi sono pochi e gli ingredienti anche, il procedimento assomiglia appunto a quello del pane in casa. Voi l'avete mai assaggiato? Se non l'avete mai provato dovete rimediare immediatamente, vedrete come ne rimarrete stupiti, ogni morso ha un sapore diverso in base a che affettato becchi! Super goloso.



INGREDIENTI

INGREDIENTI PER L'IMPASTO DEL CASATIELLO


  • 500 gr di farina manitoba

  • 20 gr di olio extravergine d'oliva

  • 25 gr di strutto

  • 8/10 gr di sale

  • 290 ml di acqua

  • 8 gr di lievito di birra fresco

  • q.b. pepe




INGREDIENTI PER LA FARCITURA DEL CASATIELLO


  • 250 gr di salame

  • 300 gr di mortadella

  • 250 gr di provolone

  • 250 gr di speck

  • q.b. pepe e pecorino




PREPARAZIONE:

Istruzioni per preparare il castello pasquale:


Per preparare il casatiello 1 Dentro una ciotola capiente fate sciogliere il lievito di birra nell'acqua, 2 aggiungete i grassi, quindi l'olio e lo strutto, 3 mischiate cercando di far sciogliere lo strutto il più possibile. Non vi preoccupate se non si scioglie tutto, tanto andrete a lavorarlo insieme alla farina.



4 Aggiungete metà della farina poco per volta, 5 facendola amalgamare bene con gli altri ingredienti. 6 Unite adesso il sale e se vi piace anche un po' di pepe.



7 Girate bene con le mani. 8 Adesso aggiungete l'altra metà della farina tutta in una volta.

9 E' arrivata la parte faticosa ma importante: impastate per almeno 10/15 minuti energicamente, aiutatevi con un po' di farina se l'impasto risulta appiccicoso.

10 Una volta che avete ottenuto un panetto liscio e omogeneo, riponetelo nuovamente nella ciotola e copritelo con uno straccio umido, oppure della pellicola trasparente, e lasciatelo lievitare per circa 3/4 ore in forno spento ma con la luce accesa in modo da facilitare la lievitazione. L'impasto deve almeno raddoppiare. 11 Nel frattempo che l'impasto lievita, occupatevi dei salumi: Tagliateli a cubetti piccoli, ma non troppo perché perché si devono percepire quando li mangiate. Copriteli con pellicola e riponeteli in frigo. 12 Riprendete l'impasto che ormai sarà saddoppiato



13 e staccate un piccolo pezzo che vi servirà per la decorazione finale. Copritelo con pellicola per non farlo seccare. 14 Stendete l'impasto su un piano ben infarinato, dovete conferirgli la forma rettangolare. Riguardo allo spessore dovete farlo abbastanza sottile, ma non troppo da romperlo, quindi poco meno di 1 cm. 15 Una volta steso spargete un po' di strutto,


16 una grattugiata di pecorino e infine altro pepe. 17 Adesso la parte più bella, aggiungete tutti i salumi e spargeteli bene in modo da ricoprire tutta l'impasto. Lasciate liberi i bordi.

18 Dalla parte più lunga iniziate a rotolare formando un salsicciotto.



19 Chiudetelo a ciambella, quindi inserite un lembo dentro l'altro. 20 Cospargete una teglia a forma di ciambella di circa 24 cm con lo strutto, e inseritevi il casatiello. 21 Vi ricordate il pezzo di impasto che avete tenuto da parte? Riprendetelo, Stendetelo e tagliatelo a striscioline.



22 Disponete 4 uova crude, che simboleggiano la pasqua, sopra il casatiello 23 e formate delle croci su ognuna di esse con le striscione di impasto. 24 Adesso una bella spennellata di tuorlo su tutta la ciambella.



25 Ora c'è la seconda lievitazione, quindi coprite il casatiello e fatelo lievitare per altre 3/4 ore, sempre in forno spento con luce accesa. Una volta trascorso il tempo di lievitazione infornatelo in forno preriscaldato a 180/190 gradi per un'ora e dieci minuti circa.

Ed ecco pronto il nostro casatiello, potete mangiarlo sia caldo che una volta raffreddato, sarà buonissimo in entrambi i casi.



CONSIGLI

Vi consiglio di lasciarlo lievitare più tempo possibile, ma se non avete tempo allora aumentate leggermente il lievito nell'impasto, questo vi permetterà di farlo lievitare in meno tempo.

Se non avete uova o non le volete aggiungere come decorazione finale, non vi preoccupate perché il gusto rimarrà invariato, si aggiungono per tradizione.


CONSERVAZIONE

Il casatiello si conserva perfettamente per circa un paio di giorni. Calcolate che io preferisco mangiarlo il giorno dopo che si è raffreddato per bene e tutti gli ingredienti hanno rilasciato i loro sapori. Quindi potete conservarlo tranquillamente coperto con la pellicola una volta freddo.



1,538 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti